ANTIRICICLAGGIO (agg. 2011)

Decreto legislativo n. 231 del 29 novembre 2007 e successive modifiche e integrazioni al 31 agosto 2011.

Il seminario si prefigge di approfondire i decreti legislativi che regolamentano la materia e capire come la graduazione degli obblighi di adeguata verifica della clientela e l’innovativa disciplina dei titoli al portatore, potranno influire sull’operatività e sulla formazione del personale delle entità finanziarie e professionali (banche, finanziarie, studi professionali ecc.) e sulle società a rischio (case da gioco, recupero crediti, trasporti valori, agenti in attività finanziaria ecc.) chiamati tutti all’adeguamento dei complessi obblighi di legge.

CONTENUTI

  • Normativa internazionale - i principi della terza direttiva
  • Inquadramento generale della normativa antiriciclaggio
  • Il decreto 231/07: principi di sintesi
  • Il reato di riciclaggio
  • Il decreto 231/07 e le autorità di vigilanza
  • Casi studio antiriciclaggio
  • Adempimenti antiriciclaggio
  • Le tre fasi dell’operazione illecita
  • Gli elementi essenziali per la realizzazione di un adeguato controllo
  • Gli obblighi di adeguata verifica
  • Persone politicamente esposte
  • Obblighi semplificati di adeguata verifica clientela
  • L’ambito operativo dell’obbligo di segnalazione
  • Le innovazioni del D.Lgs 151/09
  • Limitazioni all’uso del contante e dei titoli al portatore
  • Il nuovo provvedimento di banca d’Italia sugli indici di anomalia del 24.8.2010
  • Indici operazioni sospette
  • Schemi e modelli di anomalia

DURATA: 2 ore.

INVIA CANDIDATURA


I PROFILI DI PRIVACY

Il corso si propone di illustrare, l’insieme di regole privacy che gli operatori di settore sono tenuti a rispettare , in considerazione anche delle sanzioni previste dal Codice della privacy, perseguendo altresì l’ottica di favorire un processo di trasformazione delle problematicità in opportunità di miglioramento dell’efficienza, dei risultati e del valore dell’impresa. Inoltre vengono esaminati i collegamenti tra la Privacy e le altre discipline di settore nella regolamentazione dei rapporti banca-cliente.

CONTENUTI

  • Le principali novità introdotte dal Codice per la Privacy
  • Il trattamento dei dati personali e classificazione
  • Le figure fondamentali
  • Gli adempimenti nei confronti dell’interessato
  • I diritti del soggetto
  • Gli adempimenti generali e nei confronti del Garante
  • Le misure di sicurezza
  • I rischi del trattamento dei dati
  • Trattamento dei dati per richieste di finanziamento
  • Il Disciplinare tecnico
  • Il Documento programmatico sulla sicurezza
  • I collegamenti con le altre normative: Trasparenza, Mifid, Antiriciclaggio, CAI, D.Lgs 231/ 2001

DURATA: 2 ore

INVIA CANDIDATURA


LE RELAZIONI BANCARIE ALLA LUCE DELLA NUOVA NORMATIVA SULLA TRASPARENZA

Le nuove regole sulla Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari è stata pubblicata in G.U. n. 210 del 10/09/2009 e sarà questa nuova normativa è all’insegna della semplificazione e della correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti.

Il percorso informativo-formativo è rivolto al personale dell’istituto per approfondire i diritti e i doveri che riguardano tutte le banche ed i loro clienti, come impostare la nuova relazione banca-cliente basata su semplificazione e standardizzazione dei documenti informativi, comparabilità dei costi, condizioni dei servizi tra i diversi intermediari e quali comunicazioni da fare alla clientela.

CONTENUTI

  • Principi generali della normativa sulla Trasparenza
  • La Trasparenza: da norma ad opportunità di business
  • La ratio della disciplina e i suoi obiettivi nel rapporto con la clientela.
  • Come mettere in pratica la trasparenza
  • L’operatività come cambia
  • Prodotti interessati dalla norma
  • Altre normative collegate: Mifid, Privacy, Antiriciclaggio, 231/2001
  • La relazione con la clientela
  • La segmentazione della clientela
  • Il modus operandi nei rapporti con il pubblico
  • Quali opportunità di marketing
  • Condizioni e requisiti informativi per servizi di pagamento (PSD): D.Lgs. n.11 del 27/01/2010
  • Le nuove disposizioni relative al Credito al Consumo:
  • D.Lgs. n. 141 del 13/08/2010

DURATA: 2 ore

INVIA CANDIDATURA

LA DISCIPLINA SULL’USURA

La legge n. 108 del 7 marzo 1996 recante “Disposizioni in materia di usura” ha introdotto nel nostro ordinamento un limite ai tassi di interesse praticabili dalle banche e dagli intermediari finanziari (e da qualunque altro soggetto) sulle operazioni di finanziamento; nel caso di superamento dei limiti si configura il reato di usura.

Successivamente la legge n. 24 del 28 febbraio 2001 ha dato soluzione a rilevanti questioni interpretative poste dalla legge in matetria di usura.

Il corso si propone di esaminare tutta la normativa di riferimento con i richiami e i documenti di Banca d’Italia.

CONTENUTI

  • Profili introduttivi: le definizioni e la legislazione vigente
  • La tutela civile e la tutela penale
  • Usura, banche e sistema del credito: i controlli richiami e documenti di Banca d’Italia
  • TAEG e TEG: analogie e differenze
  • Anatocismo e usura
  • Commissione di massimo scoperto ed usura
  • Mutuo bancario e usura
  • La responsabilità amministrativa degli enti e usura
  • I fondi di solidarietà e di prevenzione dell’usura

DURATA: 2 ore

INVIA CANDIDATURA

ISVAP – ACQUISIZIONE 60 ORE

L’obiettivo della seguente proposta è di acquisire le conoscenze teoriche, le capacità tecniche, operative e di comunicazione con la clientela previste dal Regolamento Isvap n. 5 del 16 ottobre 2006.

CONTENUTI

  • Il mondo assicurativo
  • Tipologie delle assicurazioni
  • Ramo danni
  • Assicurazioni sulla vita
  • L’intermediazione assicurativa
  • Trasparenza delle operazioni e protezione dell’assicurato
  • Previdenza complementare
  • Approfondimento vita
DURATA: 60 ore (30 e-learning + 30 autoistruzione)

INVIA CANDIDATURA

ISVAP – MANTENIMENTO 30 ORE

  • Regolamento Isvap n.35/2010 concernente la disciplina degli obblighidi informazione e della pubblicità dei prodotti assicurativi, di cui al Titolo XIII (trasparenza delle operazioni e protezione dell’assicurato) del Decreto Legislativo 7 settembre 2005, N. 209 - Codice delle Assicurazioni Private
  • Gli articoli del Codice delle Assicurazioni Private (CAP)
  • Tutela del soggetto debole
  • Le novità del regolamento
  • Le tre direttrici dell’azione regolatrice
  • La struttura del Regolamento
  • Disposizioni di carattere generale
  • Solvibilità delle assicurazioni
  • Obblighi di informativa relativi ai prodotti assicurativi vita
  • Le polizze rivalutabili
  • Le gestioni separate assicurative
  • Obblighi di informativa relativi ai prodotti assicurativi danni
  • Disposizioni specifiche
  • Altre disposizioni
  • Documento di consultazione n.41/2010
  • RCA: risarcimento diretto
  • Procedura di conciliazione paritetica
  • Prodotto Multirischi CPI
  • Iniziative ISVAP e Antitrust
DURATA: 30 ore (15 e-learning + 15 autoistruzione)

INVIA CANDIDATURA

Primo Network

Primo Network Srl è una società di mediazione creditizia iscritta al n. M94 dell'elenco tenuto dall'Organismo degli Agenti e dei Mediatori. Nello svolgimento della sua attività la società pone in relazione con la clientela gli istituti mutuanti convenzionati per la concessione di finanziamenti da loro erogati previa istruttoria.

Cap. Soc. 228.000,00 Euro i.v.- R.E.A. TO-950567 - C.F. e P. IVA 08154920014 - IVASS E000294291.

posta.certificata@pec.primonetwork.it

Sede Legale e Amministrativa

Corso Siracusa, 16
10136 - Torino
Italia.
numero verde:  800.99.00.90